Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

NUMERO 88 - 2020

Meno male che c'è Dorothea!

La seconda vittoria consecutiva del Campionato del Mondo di Biathlon da parte di Dorothea Wierer ci riempie il cuore di gioia: non solo perché si è imposta un'atleta italiana ma perché ci ha fatto sinceramente piacere vedere in diretta televisiva una campionessa sportiva che usa un'arma da fuoco senza dover sentire i soliti commenti ottusi e retorici degli antiarmi. Crediamo che tutto il nostro settore – che, come ci spiega l'Anpam a pagina 14, vale lo 0,44% del nostro PIL – debba essere riconoscente a questa fantastica ragazza che è brava di suo ma che, per le più imprevedibili circostanze del circus mediatico, è anche diventata una sorta di ambasciatrice del mondo delle armi perché riesce a dimostrare, attraverso le sue straordinarie imprese sportive, che il giudizio che si può dare sulle armi non dipende dall'oggetto in sé e per sé, ma dall'uso che se ne può fare.
Gli sci francesi, la carabina tedesca e le cartucce Fiocchi avranno sicuramente la loro parte di merito, ma la forza d'animo di un'atleta impegnata in una disciplina particolarmente difficile non potrà mai essere sostituita dal più perfetto attrezzo: brava Dorothea che ne ha fatto buon uso!

Paolo Tagini

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information