Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Armi Lunghe

Il ritorno alla Patrol Carbine

La prova del Bushmaster QRC calibro .223 Remington ne ha rivelato una caratteristica non più considerata nella dovuta maniera dai fan degli AR-15 di ultime generazione, ricchi di accessori e componetistica: l'essenzialità, grazie alla quale è più facile garantire efficienza e affidabilità

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

In una recente occasione abbiamo presentato la carabina Bushmaster QRC calibro .223 Remington, indicata come il modello entry level di questa Casa americana (parte dello stesso gruppo industriale della Remington) e quindi adatta come base di partenza per realizzare una customizzazione.

continua la lettura a pag. 38 N. 62/2017

¡Arriba España!

Da qualche anno la produzione di canne rigate della Casa spagnola ha richiamato l’attenzione degli appassionati e oggi un modello Varmint di forte attualità è sul mercato per competere con i costruttori più noti

di Emanuele Tabasso
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per gli amanti delle armi è sempre un piacere veder crescere un nome nuovo, soprattutto se rappresenta il risorgere di un distretto produttivo che nel passato aveva nella vastità della proposta e dei pezzi realizzati una risonanza a livello planetario. Parliamo di Eibar, il parallelo spagnolo, nella provincia basca, della nostra Gardone Val Trompia o della carinziana Ferlach in Austria.

continua la lettura a pag. 24 N. 62/2017

Dolce precisione

Il sistema Inert Gas Technology, alternativa moderna ai tradizionali mollone e stantuffo, offre una fluidità di funzionamento che rende più piacevole l'uso delle carabine Gamo che lo adottano, come la CFR di queste pagine che si è rivelata precisa e affidabile

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Le carabine ad aria compressa con canna fissa e leva di caricamento posta sotto la stessa, pur collocandosi in una fascia economica del mercato, garantiscono un buon grado di precisione che è certo superiore a quello offerto dai tradizionali modelli in cui il caricamento è ottenuto con la rotazione verso il basso della canna medesima. Inoltre, rispetto ai modelli più evoluti che funzionano con aria compressa a 200 bar in un serbatoio, le carabine con leva di caricamento sono completamente autonome da qualsivoglia strumento necessario per riempire i serbatoi stessi (compressore, bombola da subacqueo o pompa manuale).

continua la lettura a pag. 76 N. 61/2017

Fucile giramondo

La carabina cinese Tipo 53 è una delle varianti più interessanti del Modello 44 russo, anche se non le è mai stata attribuita un'importanza particolare da parte dei collezionisti di Mosin Nagant. Ha avuto una vita operativa molto lunga e intensa che l'ha portata ai quattro angoli del globo

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La ragione più probabile dello scarso interesse per il Tipo 53 è l'opinione, non suffragata dai fatti, che sia di qualità inferiore rispetto ai “confratelli” russi o di altri stati in cui sono stati prodotti. Al contrario, la sua qualità costruttiva è piuttosto elevata e, fatto da non trascurare, il Tipo 53 cinese ebbe un ruolo storico decisamente più importante rispetto al Modello 1944 sovietico.

continua la lettura a pag. 66 N. 61/2017

Dalla Cina con furore

Titolo pressoché d’obbligo, utilizzato peraltro con il massimo rispetto per il compianto Bruce Lee, visto che stiamo per illustrare ai nostri lettori le gesta e la tecnica di un potente quanto compatto fucile a canna liscia prodotto dalla oramai ben nota SDM e discendente dal leggendario AK-47

di Francesco Battista
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Come in tantissimi altri settori di mercato, anche in quello delle armi leggere i prodotti cinesi sono oramai una presenza importante in tutto il mondo, Italia compresa. La maggior parte dei modelli provenienti da quello che un tempo era noto come il Celeste Impero è di derivazione marziale, una scelta logica in considerazione dell’enorme quantità di armi – soprattutto lunghe – realizzate dalle molte fabbriche di stato per l’Armata Popolare negli ultimi settant’anni

continua la lettura a pag. 54 N. 61/2017

Altri articoli...
Banner

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information