Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner

Balistica

Ipotesi da valutare

Avrebbe avuto successo un calibro “.40 Magnum” da revolver? Impossibile dirlo ma possibile valutarne le prestazioni in termini di balistica terminale grazie al modello matematico messo a punto dall'Autore

di Pompeo Scalorbi

Nell'articolo dedicato al revolver Smith & Wesson modello 57 calibro .41 Magnum, pubblicato su ARMI & BALISTICA n. 64 (maggio 2017), l'autore concludeva con alcune considerazioni su questa munizione: «A nostro giudizio il .41 Magnum si differenzia troppo poco dal .44 Magnum – che è un calibro certamente esuberante per l’uso di difesa personale – in termini di prestazioni e, soprattutto, di rinculo e rumorosità; se il .41 Magnum avesse presentato delle caratteristiche realmente intermedie fra il .357 e il .44, probabilmente le cose sarebbero andate diversamente

continua la lettura a pag. 80 N. 70/2017

Attrezzo definitivo

Dopo aver visionato e provato una parte consistente della produzione classica dell’azienda finlandese ecco la novità rappresentata dal primo allestimento sportivo da tiro che oggi va sotto la dicitura Tactical che camera una cartuccia che si sta diffondendo ampiamente anche sul nostro mercato

di Emanuele Tabasso

Alla fiera dell’IWA di Norimberga nel marzo del 2017 la Tikka ha esteso la gamma della sua recente carabina denominata T3x al settore Tactical, un segmento tecnico e commerciale divenuto di gran moda e ben considerato da un’ampia fascia di clientela. Il marchio opera in abbinamento con Sako ed entrambi sono parte della Beretta Holding che ha nell’azienda e nei due prestigiosi nomi finlandesi un’entità di risonanza mondiale per l’ambito delle canne lunghe rigate.

continua la lettura a pag. 72 N. 70/2017

Quel primo leone

Ernest Hemingway, grande scrittore e cacciatore appassionato, ha raccontato le sue avventure di caccia in molti romanzi, come protagonista o attraverso personaggi fantastici. Attraverso il modello matematico elaborato dall'Autore analizziamo la balistica di un tiro dello scrittore che fu particolarmente fortunato

di Pompeo Scalorbi

Pochi autori sono stati capaci di trasferire al lettore sentimenti ed emozioni, in un modo così diretto, vitale, a volte crudo. Romanzi come Addio alle Armi, Il vecchio e il mare o Per chi suona la campana sono dei classici della letteratura moderna, ma un cacciatore non può fare a meno di leggere Verdi colline d’Africa, per vivere al suo fianco le intense emozioni della Caccia Grossa. Hemingway organizzò numerose battute di caccia in Africa; nel romanzo Verdi colline d'Africa, pubblicato nel 1935, parla del suo primo safari che si svolse nel dicembre del 1933 in un'area compresa tra Kenya e Tanzania, nella regione del lago Manyara.

continua la lettura a pag. 94 N. 69/2017

Altri articoli...
Banner

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information