Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Gare

UN MESSAGGIO IMPORTANTE: Giochi Olimpici Rio 2016

Come abbiamo compreso da tempo, i Giochi Olimpici sono ormai divenuti un business piuttosto che un mero evento sportivo. Il CIO (Comitato Olimpico Internazionale) sta ricevendo istanze da molte federazioni sportive per l’inserimento di nuovi sport nella Olimpiadi e, considerato che l’evento si regge principalmente sui proventi dei diritti televisivi e le sponsorizzazioni, ha già iniziato una attività di analisi per valutare l’eventualità di esclusioni per quegli sport che, avendo una limitata visibilità, determinano scarso interesse per gli sponsor ed i media.
Anche il tiro a segno, pur essendo stato presente alla Olimpiadi fin dal 1896, è sotto esame e necessita che in occasione di Rio 2016 ne venga evidenziato l’interesse. Ovviamente non molti di noi avranno la possibilità di recarsi in Brasile per seguire di persona i nostri Atleti ma tra gli indicatori prescelti per le valutazioni sono presenti tutti i servizi tra cui televisione e principalmente il web con il conteggio degli accessi ai siti web della ISSF e, principalmente, alle pagine del tiro a segno del sito delle olimpiadi (https://www.rio2016.com/en). Con questa premessa ed allo scopo di dimostrare quanto il nostro sport sia seguito da uno stuolo di appassionati, ognuno di noi dovrà portare il proprio piccolo contributo utilizzando le risorse a disposizione.
Quanto sopra per invitare tutti gli appassionati del nostro sport a visitare con la maggiore frequenza e per il maggior tempo possibili le pagine del tiro a segno, sul sito dei Giochi, in occasione di tutte le gare e delle finali, anche nella sventurata eventualità non fossero presenti i nostri atleti. La piccola goccia fornita da ciascuno di noi potrà servire all’impresa.

Franco Granai

Le regole del gioco

Abbiamo buffetteria e arma che rispecchiano le caratteristiche enunciate dal Rolebook 2015, sappiamo quali sono le zone premianti da mirare e colpire per non avere penalità: ora esaminiamo le prime regole di ingaggio

di Zeus
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Partendo sempre dalla filosofia di base del tiro difensivo IDPA, quindi con uno sguardo alle situazioni che potremmo ritrovare nella realtà, le regole di ingaggio base sono poche, semplici ed estremamente intuitive poiché se un CoF (Course of Fire, cioè Percorso di Tiro) non è semplice e chiaro da capire nella sua meccanica senza spiegazioni, non è un buon progetto di esercizio. Iniziamo quindi con le due più comuni tipologie di ingaggio che potrebbero verificarsi in una gara: la Priorità Tattica e la Sequenza Tattica

continua la lettura a pag. 94 N. 53/2016

Il porto discreto

Nella puntata precedente sono state esaminate le zone del bersaglio su cui dirigere i colpi per ottenere il massimo del risultato ma per ottenere questo occorrono arma, buffetteria e abbigliamento che siano adatti e, soprattutto, conformi al regolamento

di Zeus
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Le fondine per il tiro IDPA non devono essere di tipo sportivo: devono essere funzionali per il porto quotidiano prolungato e dissimulabili sotto l’abbigliamento, che in questa pratica sportiva si traduce in un vest (tipo il gilet da pescatore) o in un giaccone sportivo comodo. Tenendo le braccia parallele al terreno non deve essere visibile alcuna porzione di arma, fondina, caricatori e portacaricatori, sia di fronte, sia di lato, sia dal retro. Non sono ammessi vest modificati, mentre le tasche devono essere quelle originali di produzione e non aggiunte, ma possono essere tenuti nelle tasche oggetti di peso che ne facilitino lo spostamento in estrazione.

continua la lettura a pag. 109 N. 51/2016

Al via la stagione agonistica 2016

Il crescente numero di partecipanti ha indotto l'Unione ad apportare alcune modifiche al regolamento, oltre ad aggiornarlo per alcuni aspetti tecnici

di Roberto Bauso
Membro Commissione Nazionale TRS

A sette mesi dalla conclusione del campionato italiano 2015, che ha visto la Sezione TSN di Verona protagonista della Finale, eccoci qua pronti a partire con quella che sarà la nuova stagione agonistica targata 2016.
Poche le novità, ma sostanziali, al regolamento già in essere, segno che la disciplina del Tiro Rapido Sportivo sta diventando sempre più raffinata così come dimostrato anche dalla risposta che i tiratori italiani stanno dando con la loro partecipazione in netta crescita da un anno all’altro.

continua la lettura a pag. 106 N. 51/2016

Calcoliamo i punteggi

Normalmente abituati ai conteggi da 1 a 10, può essere disorientante il sistema adottato dall'IDPA che ha però una sua logica: considerando la natura di tiro difensivo, sono identificate le aree che possono provocare la cessazione del pericolo

di Zeus
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Prima di affrontare la parte più squisitamente tecnica sulle tipologie di ingaggio del tiro difensivo IDPA, vediamo ora dove dirigere i nostri colpi per ottenere il miglior punteggio. Il bersaglio IDPA, che d'ora in poi chiameremo genericamente Target, rappresenta in forma stilizzata una silhouette umana nella sua parte superiore, è alto 78 cm e largo 46 cm, viene realizzato in cartone color avana non chiaro e deve obbligatoriamente riportare, quando utilizzato in un Match anche di Club, il copyright di IDPA che ha scelto nelle varie regioni un produttore autorizzato (per Italia ed Europa è Oppizzi Sagome a Rho – Milano), il quale riconosce ad HQ, depositaria del brevetto a livello mondiale, una royalty.

continua la lettura a pag. 102 N. 50/2016

Altri articoli...
Banner

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information