Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Coltelli

Profili di lama e biselli

In questa prima parte dell’articolo passeremo in rassegna le tipologie di profili di lama e biselli più diffuse e classiche nella coltelleria sportiva e tattica, tenendo a mente che esistono numerose varianti, modifiche e combinazioni dei vari profili, rendendo talvolta difficile classificarli in modo univoco

di Alessandra De Santis
www.knives-reviews.eu

Per quanto possibile cercheremo di impiegare termini italiani, ma bisogna considerare che ormai i termini americani hanno preso il sopravvento divenendo talvolta insostituibili.
La punta (point o tip) è una parte importante della lama e ne determina l’uso, lo stile e la connotazione della forma del coltello intero. Analizzeremo di seguito i principali tipi di profili..

continua la lettura a pag. 108 N. 64/2017

Il futuro in tasca

Basato sul design del coltello custom “The Pole” ideato da Dmitriy Sinkevich, il modello 0456 prodotto dall’americana Zero Tolerance è stato una delle novità più interessanti dello scorso anno

di Alessandra De Santis
www.knives-reviews.eu

A differenza dei precedenti modelli creati dal designer bielorusso, caratterizzati da una linea slanciata e longilinea, il 0456 appare più massiccio. La lama, lunga 83 mm e spessa 4 mm al ricasso, presenta un tagliente lievemente spanciato che termina con una punta tronca ed è contraddistinta da un particolare controfilo che si estende per quasi l’intera lunghezza della lama stessa. Il profilo è decisamente originale e difficilmente riconducibile a linee tradizionali (potrebbe essere considerato una sorta di sheepfoot modificata), e conferisce uno stile avveniristico a tutto il coltello.

continua la lettura a pag. 108 N. 63/2017

Lame tattiche secondo Hogue

Fin dal debutto nel 2010, la collaborazione tra Hogue ed Elishewitz diede da subito risultati estremamente interessanti, con la creazione di una linea di coltelli tattici 100% made in USA, dal design originale e realizzati con materiali di qualità

di Alessandra De Santis
www.knives-reviews.eu

Fondata nel 1968 la Hogue, azienda americana di Paso Robles (California), è conosciuta principalmente per la produzione di prodotti aftermarket per armi, come ad esempio le guancette per 1911 e altre pistole, fondine, componenti per AR e altri accessori.

continua la lettura a pag. 104 N. 62/2017

Sottile, pratico ed elegante

Tra i coltelli da gentleman più popolari dell’ultimo decennio, non si può non menzionare il Leek disegnato da Ken Onion e prodotto da Kershaw in oltre 12 configurazioni di lama e impugnatura

www.knives-reviews.eudi Alessandra De Santis

Kershaw, uno dei marchi del gruppo Kai USA Ltd insieme a Zero Tolerance e Shun Cutlery, è stato fondato nel 1974 da Pete Kershaw che lasciò la Gerber Knives per lanciare la propria attività, acquisita poi nel 1977 dal Kai Group giapponese. Da allora questo brand si è contraddistinto per ricerca e sviluppo, tecnologie brevettate e produzione di coltelli di qualità, che negli anni hanno ricevuto numerosi riconoscimenti nelle più grandi manifestazioni del settore.

continua la lettura a pag. 106 N. 61/2017

Artigiani di nuova generazione

Per questo articolo abbiamo adottato un approccio diverso rispetto alla recensione di un prodotto industriale, aprendo le porte al mondo dei coltelli artigianali; nel caso specifico ci è stato sottoposto un progetto nato dall’idea degli utenti del gruppo Facebook “Coltelli Tattici”, che ha visto la realizzazione di una serie limitata di 50 pezzi di coltelli utility tattici prodotti da Cuman Iuri

di Alessandra De Santis
www.knives-reviews.eu

Coltellinaio hobbista milanese alle prime armi, Cuman Iuri ha intrapreso il suo percorso di artigiano quasi per gioco e sfida contro se stesso e, da completo autodidatta, è riuscito a farsi conoscere per le sue lame custom tattiche, in special modo nell’ambiente dei social. Con un passato da arciere agonista e con all’attivo un terzo posto ai campionati mondiali FIARC di Bormio del 1989, Iuri ha coltivato la passione per le lame – e le armi in generale – fin da bambino, quando ammirava lo zio (ex campione del mondo di tiro ad avancarica) pulire e maneggiare i suoi fucili e coltelli.

continua la lettura a pag. 108 N.60/2017

Altri articoli...
Banner

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information