Cerca nel sito

Newsletter

Registrarsi è completamente gratuito. Compila i dati nel form sottostante.
Privacy e Termini di Utilizzo
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Armi Corte

SERIE COMPLETA

Con la versione in calibro .22 Long Rifle di recentissima presentazione nel nostro paese, la serie PPQ della Walther può dirsi veramente completa, anzi diremmo esaustiva. L’ultima nata possiede indubbie qualità, a conferma delle sue blasonate origini, e può dire con autorevolezza la sua in diverse attività di tiro

di Francesco Battista
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La Police Pistol – o Polizei Pistole – Quick Defense, in arte PPQ, fu presentata nel 2011 quale evoluzione dell’iconico modello P99, che negli ultimi scampoli dello scorso secolo segnò l’ingresso della Walther nel campo delle pistole semiautomatiche dell’ultima generazione. In poco più di un lustro la PPQ è stata oggetto a sua volta di un veloce processo evolutivo che ha portato all’introduzione della versione M2, in cui la leva di svincolo del caricatore a bilanciere (da sempre poco amata oltreoceano) è stata sostituita da un più tradizionale pulsante, nonché dall’aggiunta del calibro .40 S&W accanto all’originale 9 Parabellum/9x21 IMI

continua la lettura a pag. 56 N. 64/2017

Nipote dello zio Sam

Sorella maggiore della XM17 che sarà adottata dalle forze armate americane, la Sig-Sauer P320, da noi provata nel calibro .40 S&W, si è rivelata una pistola di concezione essenziale ma completa, ben costruita e capace di ottime prestazioni

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La recente vittoria della Sig-Sauer P320 calibro 9x19 al concorso MHS (Modular Handgun System) relativo all’adozione di una nuova pistola per le forze armate americane è stata accolta con una certa sorpresa. La pistola vincitrice – che pare si sia imposta con largo margine sulle altre concorrenti – è destinata ad essere contraddistinta dalla sigla XM17 e ha permesso alla Casa elvetico-tedesco-americana di aggiudicarsi una fornitura di ben 280.000 pistole full size e 7.000 compatte per lo U.S. Army, più altre 230.000 per vari enti militari americani.

continua la lettura a pag. 44 N. 64/2017

Anche il caricamento rapido

Gli appassionati dell'arma a tamburo possono divertirsi e allenarsi anche in ambiente indoor con il Gamo PR-776, revolver calibro 4,5 mm da 8 colpi che spara i classici pallini Diabolo grazie alle bombolette usa e getta di anidride carbonica

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La possibilità offerta dalle moderne armi ad aria compressa – o meglio a gas compresso CO2 – di riprodurre armi “vere” con un meccanismo di sparo che permetta una reale attività di tiro, anche se solamente ludico, continua a produrre i suoi effetti. In queste pagine proviamo un revolver, tipo di arma che ha sempre un suo fedele seguito di estimatori, grazie all'iniziativa della ben nota ditta spagnola Gamo.

continua la lettura a pag. 80 N. 63/2017

Insuperabile potenza

Da quasi quarant'anni questa realizzazione israeliana è “nei posti alti” dell'ideale classifica di pistola più potente del mondo. Eventuali record a parte, la versione in .44 Magnum da noi provata ha dimostrato di essere tecnicamente molto interessante e valida dal punto di vista delle prestazioni

di Massimo Castiglione
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La Desert Eagle fu progettata attorno al 1979 da un gruppo di tre appassionati americani che ebbero l’idea di fare una pistola semiautomatica con funzionamento a recupero di gas. I tre fondarono la Magnum Research, Inc. a St. Paul, in Minnesota. Le prime pistole, note come “Eagle 357”, furono annunciate nel 1982.

continua la lettura a pag. 66 N. 63/2017

 

Un ritorno alla Luger?

Con la XM17 – nome in codice della Sig-Sauer P320 adottata dall'esercito americano – si celebra in un certo senso la definitiva consacrazione delle pistole a percussore lanciato, ora diventate note come “Striker Fired Action”

di Paolo Tagini
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Negli anni Settanta è iniziato un processo di sviluppo delle pistole semiautomatiche di grosso calibro, destinate all'uso di difesa personale e per servizio nei corpi militari e di polizia, che ha portato a dei risultati molto importanti. Le linee di questo sviluppo sono state rivolte verso molteplici obiettivi, tesi soprattutto ad aumentare la sicurezza d'uso, la capacità di fuoco, la potenza del calibro impiegato, la resistenza agli agenti esterni di queste armi nonché a migliorarne la compattezza e la fisiologicità.

continua la lettura a pag. 52 N. 63/2017

Altri articoli...
Banner

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta .

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information